dessert

The Vampire

on

Ingredienti:

  • Granatina
  • Gelato fiordilatte
  • Crema al cioccolato bianco
  • Acqua gassata

Vampire-Cocktail

scritta preparazione2

Per ogni cocktail che vogliamo fare prendere due palle di gelato al fiordilatte. Metterle in una ciotola e aggiungere la crema di cioccolato bianco. Mescolare i due ingredienti così da formare un solo “impasto”. Aggiungere l’acqua gassata e con l’aiuto di una frusta sbattere energicamente così da renderlo tipo un sorbetto. Preparare il bicchiere. Qui è consigliabile usare un Tumbler basso, un bicchiere da Irish Coffee o una coppa Martini. Prendere il bicchiere designato e partendo dal bordo far scivolare la granatina verso il basso. Fare circa quattro o cinque striature rosse. Appena concluso aggiungere il cocktail con la base di gelato. Alla fine aggiungete altre gocce di granatina sopra al cocktail analcolico così da formare delle piccole macchie rosse sulla superficie candida del drink. Non servono decorazioni: la granatina è già da se decorativa. Il cocktail The Vampire è perfetto per la notte più horror dell’anno. La serata di Halloween. Esistono poche varianti per questo cocktail, una di quelle è sostituire il gelato al fiordilatte con del gelato di soia per gli intolleranti al lattosio o utilizzare del gelato allo yogurt magro per chi vuole rimanere in linea o quello alla vaniglia per dare un tocco più dolce. In più è possibile utilizzare lo sciroppo di fragola al posto della granatina.

Per saperne di più:

Chiunque ha letto, visto o almeno sentito parlare dei vampiri una volta nella vita. Questo cocktail analcolico si ispira proprio a loro. Dal famosissimo conte Dracula all’egocentrico e maligno Lestat, da Stefan Salvatore cauto e astuto, all’innamorato e scintillante Edward Cullen. Qualunque cosa si voglia dire i vampiri sono bellissimi, incantevoli diavoli dalla faccia angelica, con la pelle candida come neve e occhi lucenti come stelle. I vampiri bevono il sangue delle proprie vittime per rimanere eternamente giovani e belli, esistono molte leggende su di loro, ma nessuno a quanto pare, è ancora riuscito a trovarne uno…

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>