Cocktail

Virgin Mary

on

Ingredienti:

  • 90ml di succo di pomodoro
  • 15ml di succo di limone
  • una spruzzata di salsa Worcestershire
  • pepe macinato
  • cubetti di ghiaccio

akkk

scritta preparazione2

Riempire un bicchiere alto, tumbler, con cubetti di ghiaccio. Aggiungere il succo di limone, il succo di pomodoro, la salsa Worcestershire ed il pepe macinato. Mescolare il cocktail e servirlo o con del sedano o con una fetta di cetriolo. È possibile aggiungerci altre spezie a piacimento.

Per saperne di più:

Il Bloody Mary è stato quasi certamente creato da George Jessel attorno al 1939. Lucius Beebe, nella sua colonna scandalistica “This New York”, pubblicò quello che si ritiene sia il primo riferimento a questo drink, assieme alla ricetta originale: “Il nuovo tonico di George Jessel, che sta ricevendo attenzione dagli editorialisti della città, è chiamato Bloody Mary: metà succo di pomodoro, metà vodka.” Il Bloody Mary, e l’analcolico Virgin Mary, sono serviti spesso di  mattina (così come il Mimosa), anche se sono molto popolari anche per l’aperitivo serale. Mentre non sono necessari virtuosismi particolari per creare un cocktail a base di vodka e succo di pomodoro, alcune versioni più elaborate sono divenute marchi di fabbrica dei barman che le hanno create. Una decorazione comune è l’aggiunta di un gambo di sedano, se il cocktail è servito in un tumbler alto, spesso adagiato sul ghiaccio. Bloody Mary è anche il nome di una leggenda folcloristica, di cui ne esistono molte varianti, una delle quali è quella in sui si deve guardarla nel riflesso dello specchio, e lei ti predirà 7 anni di futuro. Altrimenti, andrai in coma 4 giorni e il 5° morirai. Altre fonti dicono che il nome Bloody Mary, sia attribuito alla regina Maria I d’Inghilterra, divenuta regina dopo la morte del fratello Edoardo VI. Ella riportò in Inghilterra la religione cattolica e mise al rogo tutti i protestanti, fu ricordata così con l’appellativo di Bloody Mary.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>